Monthly Archives: marzo 2014

Presentazione Terra del Sole, 8-3-2014

Presentazione Corella l’ombra del Borgia e Victorian Solstice nella Fortezza di Porta Romana a Terra del Sole.

Published: 13 marzo 2014

Recensione di Giovanni Luca Molinari all’antologia Il cuore trafitto a cura di LaTelaNera

“Del libro, per ora, ho letto solo il primo racconto, quello vincitore, Cuore di stracci, ma anche solo questo è un motivo sufficiente per scaricare l’ebook. Adoro l’atmosfera che l’autrice, Federica Soprani, è riuscita a creare in così poche righe: timore infantile, tenerezza, angoscia, un grande mistero sepolto nel passato, nelle profondità di un vecchio pozzo dall’acqua putrida…”

Recensione di Giovanni Luca Molinari all’antologia Il cuore trafitto a cura di LaTelaNera

Cuore Trafitto, nuovo e book gratuito (ovvero: anche gli italiani, nel loro piccolo, spaccano i culi)

Spesso si sente dire o si percepisce come sottinteso, anche in contesti che dovrebbero essere intellettualmente validi, che gli italiani non sanno scrivere racconti e romanzi di genere. Anzi, fondamentalmente gli autori italiani non sanno scrivere proprio niente, al massimo possono accontentarsi di qualche “piccola tragedia famigliare”, di pseudo-commediole agrodolci sulla scia del vecchio neorealismo. Ecco, amici miei, questa è una emerita stronzata.

666Non lo dico solo in quanto italiano e in quanto scrivente racconti di genere, lo dico perché l’evidenza di tutti i giorni smentisce questa tesi. E, del resto, le persone che dicono che la narrativa italiana è inferiore a quella degli altri paesi sono solitamente gli stessi a dire che la musica italiana fa schifo (almeno dai tempi di Maria Callas) e così il cinema, da quando hanno tirato le cuoia Fellini e Pasolini (e qui Paolo Sorrentino avrebbe qualcosa da ridire). Si tratta di un atteggiamento molto provinciale e che denota anche una certa ignoranza. Una volta, sulla pagina Facebook di Masterpiece, ho letto i commenti di un accalorato “scrittore” che spiegava che il fantasy (generalmente detto, un grande calderone che vuol dire tutto e niente) non è un genere proprio della Letteratura italiana, e per questo gli italiani il fantasy non sanno farlo. Boh, forse il nostro accalorato “scrittore” è convinto che Ariosto e gli altri autori di letteratura cavalleresca fossero inglesi, che Calvino fosse statunitense e Anna Maria Ortese libica (anche se, in effetti, ha trascorso a Tripoli tre anni, da bambina), per non parlare poi del vasto repertorio di storie e leggende popolari che sono tutte di importazione cubana, come i sigari.
E così sostieni che in Italia non c’è la tradizione del racconto fantastico… Anna Maria Ortese chiede: “Che minghia dici?”

La verità è che gli scrittori italiani falliscono miseramente solo quando cercano di scimmiottare le opere famose di altri paesi, specie quelli anglosassoni. Poi, che gli editori preferiscano pubblicare questi surrogati nostrani di opere straniere invece che lavori originali DOP, è tutto un altro discorso.

Per dimostrarvi che il Popolo Italico i racconti di genere li sa scrivere eccome, vi propongo la raccolta Cuore Trafitto. Si tratta di un ebook scaricabile gratuitamente qui e che contiene tutti gli elaborati selezionati dell’ultima edizione del concorso 666 Passi nel Delirio, indetto dal sito La Tela Nera.

(altro…)

Published: 13 marzo 2014