Gloria al Sabbat
(da sinistra: Ursula-Angelica, Orphen il Fatato, Mia)