Tag-Archive for » gluten free «

Cotolette vegan di fiocchi d’avena + marmellata piccante di mele

L’AVENA è un cereale con numerosi effetti benefici per la nostra salute. E’ un’ottima fonte di carboidrati complessi e proteine vegetali. I benefici dell’avena per la salute?  Sono tanti. Il più conosciuto è forse quello di combattere il colesterolo cattivo. Ma non finisce qui. L’impiego dell’avena riduce i livelli di zucchero nel sangue nelle persone diabetiche. Dà anche ottimi risultati in caso di depressione, nervosismo, insonnia ed esaurimento fisico o mentale. L’avena contiene sostanze antiossidanti che aiutano a prevenenire malattie cardiache e cancro. Tra le fibre solubili dell’avena troviamo i preziosi beta-glucani, che aiutano a mantenere sotto controllo il peso corporeo.
Credo che non vediate ora di includere avena alla vostra dieta quotidiana. Ed ecco una ricetta che vi può essere utile: cotolette vegan di fiocchi d’avena + marmellata piccante di mele al peperoncino e maggiorana.

LE COTOLETTE

Ingredienti (per circa 15 cotolette):

  • 1,5 bicchiere di fiocchi d’avena
  • 1 cipolla
  • circa 50 ml di brodo vegetale o acqua calda
  • 1 cucchiaio di yogurt di soia (oppure un tuorlo d’uovo nella versione non-vegan)
  • un po’ di farina o semola di grano duro
  • sale, pepe
  • pangrattato
  • olio di semi

Preparazione:

Versate i fiocchi d’avena in una ciotola. Aggiungete brodo caldo/acqua calda (io uso il brodo perché così le cotolette sono più saporite), coprite la ciotola e lasciate riposare il tutto per 10-15 minuti. Nel frattempo sminuzzate la cipolla e stufatela in olio con un pizzico di sale. Mescolate insieme fiocchi d’avena, cipolla (potete usare anche porro oppure tutti e due), yogurt (o tuorlo), sale, pepe e un po’ di farina o semola. Scrivo un po’ perché serve per ottenere la consistenza che vi permetterà di formare le piccole cotolette. Passate le cotolette in pangrattato e friggete in olio di semi fino a farle diventare dorate in superficie. Diventano belle croccanti!

Potete servirle calde ma sono ottime anche fredde. Quindi potete portare le cotolette anche al lavoro oppure al picnic!

LA MARMELLATA

Ingredienti (per circa 200g di marmellata)

  • 3-4 mele
  • peperoncino frantumato
  • maggiorana (fresca o secca)
  • sale

Preparazione:

Sbucciate le mele e tagliatele in piccoli cubetti. Mettete in una pentola con un pochino d’acqua. Cominciate a cuocere a fuoco lento. Quando le mele si ammorbidiscono aggiungete sale, peperoncino e maggiorana. Io vado ad occhio. Lo scopo è  di ottenere un equilibrio giusto tra dolcezza delle mele e il gusto piccante/salato delle spezie. Di solito non aggiungo zucchero. Ma se le mele sono molto acide potete anche addolcirle con un po’ di marmellata. Cuocere tutto 20-30 minuti fino ad ottenere la consistenza giusta e “marmellattosa” 🙂

La marmellata è un ottimo contorno non solo per le cotolette d’avena ma anche altri tipi di piatti fritti, formati oppure sul panino.

 

Share

Muffin senza lievito e gluten free

Ingredienti per 10 muffins
120 gr. di farina di riso
60 gr di fecola di patate
180 gr. di zucchero di canna
3 uova
75 gr. margarina vegetale
una punta di bicarbonato
una bustina di vanillina
un pizzico di sale
gocce di cioccolato fondente, oppure uvetta ammollata nell’acqua (a seconda dei gusti)

Preparazione
Accendere il forno a 180°.
Montare le uova con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa. Io ho usato lo strumento per emulsionare del robot da cucina (quello con cui si monta la panna e si fa la maionese, per intenderci) ed ha funzionato benissimo)
Aggiungere gli altri ingredienti: margarina, farina, fecola, vanillina, bicarbonato e sale e amalgamare bene.a
Alla fine mescolare all’impasto, che dovrà risultare morbido e cremoso, il cioccolato o l’uvetta (io ho messo entrambi direttamente nei pirottini, versandoci poi sopra l’impasto, per avere i muffin di due tipi diversi).
Versare l’impasto nei pirottini di carta infilati in quelli di alluminio (o nei vostri abituali stampini da muffin) e infornare per 25 minuti circa. I muffin dovranno alzarsi (ebbene sì, lo faranno anche se sono senza lievito, ma solo se avrete montato le uova con molta pazienza  e convinzione ;)) e formare una deliziosa crosticina dorata.
Una volta cotti lasciarli nel forno spento socchiuso per una decina di minuti per evitare che si affloscino.

Share

Pasta di grano saraceno con broccoli

Ingredienti
Broccoli
Pasta di grano saraceno (io ho usato una pasta gluten free di farine miste, con grano saraceno, mais e riso)
Olio EVO
Aglio
Peperoncino

Preparazione
Cuocere i broccoli in poca acqua salata. Quando sono cotti spezzettarli grossolanamente. Tenere da parte qualche cucchiaio di acqua di cottura
Portare a ebollizione l’acqua salata e cuocere la pasta.
In una padella capienta far imbiondire aglio (a me piace abbondare) e peperoncino (idem come sopra).
Aggiungere i broccli e mescolarli finchè hanno preso bene il condimento.
Scolare la pasta e buttare anch’essa nella padella, mescolando bene e allungando eventualmente con l’acqua di cottura dei broccoli tenuta da parte.
Servire caldo.

Share

Pancake senza glutine e senza lievito

Fonte della ricetta

Ingredienti per 6 pancakes gluten free
50 grammi di farina di riso (o mix senza glutine)
1 cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale
1/2 cucchiaio di zucchero
1 uovo
1 bicchiere di latte di soia o riso
Olio extravergine di oliva

Preparazione
1. Sbattere l’uovo quindi aggiungere anche lo zucchero e lasciare da parte.
2. Sbattere la farina con il sale e il latte e versare questo composto dentro il composto con le uova continuando a mescolare.
3. Aggiungere il bicarbonato, mescolare e mettere da parte per circa 10 minuti in modo che il bicarbonato si attivi per bene.
4. Oliare un padellino e scaldarlo quindi una volta caldo versare un cucchiaio o poco più di composto per i pancake e lasciar cuocere fin quando la superficie non inizia a fare le bolle.
5. Girare dall’altro lato, togliere dal pentolino e servire caldi accompagnando con la salsa che si preferisce.

 

 

Tempo di preparazione: 15 minuti

Share

Torta al cioccolato (senza NIENTE)

Fonte della ricetta (con modifiche personali)

Ingredienti
1 bicchiere di latte di soia
mezzo bicchiere di olio di oliva
1 bicchiere di zucchero di canna
cacao amaro in polvere a gusto (io parecchio…)
2 bicchieri di farina (un bicchiere di farinadi riso e uno di farina di kamut)
1 cucchiaino di bicarbonato
vaniglia o noce moscata in polvere (noce moscata, cannella, zenzero)
uvetta , buccia di arancia candita, noci

Preparazione
Versare in una ciotola l’acqua o il latte di soia e aggiungere lo zucchero. Mescolare bene: lo zucchero deve sciogliersi del tutto. Aggiungere cacao, olio, bicarbonato, vaniglia (o la noce moscata). Mescolare ancora e piano piano aggiungere la farina fino che la consistenza della pasta non diventa cremosa come quella dello yogurt. Aggiungere uvetta, arancia candita e noci.
Ungere la tortiera con un po’ di olio e versare la pasta. Lasciare in forno 30-40 minuti a una temperatura di 170-180 gradi.

 

Share

Gnocchi di patate e grano saraceno (senza glutine)

Fonte della ricetta

Ingredienti
1 kg di patate farinose
180 gr di farina di grano saraceno
70 gr di farina di riso o altra farina senza glutine (magari un mix di farina gluten-free per pasta)
1 uovo

Preparazione
Mettere in una pentola le patate con la buccia ricoprendole con acqua fredda, porla sul fuoco e dal bollore contare circa 40 minuti. A seconda della qualità alcune patate richiedono più o meno tempo per cuocere, perciò controllarle prima di scolarle. Una volta lessate, scolarle e lasciarle raffreddare almeno 10 – 15 minuti. Pelarle e con uno schiacciapatate su una spianatoia. Aggiungere le farine e l’uovo (già sbattuto) e lavorare velocemente, ma senza “strapazzare” troppo la pasta; dobbiamo solo amalgamare bene gli ingredienti. Dal panetto ottenuto tagliamo dei pezzi e, lavorandoli con le mani sul piano infarinato, diamogli la forma di un lungo serpentello del diametro almeno di 2 cm. Con un coltello ben affilato tagliamo finalmente i nostri gnocchi.
Mentre si preparano, è utile spolverare man mano quelli già tagliati con un po’ di farina in modo che non si attacchino, senza esagerare ovviamente per non seccarli troppo.
Per facilitare il “tuffo” in pentola, si può usare un vassoio o un piatto su cui delicatamente li lasceremo cadere dalla nostra tavola.
Buona regola è preparare gli gnocchi come ultimo piatto: sono veloci da fare e inoltre lasciar riposare troppo la pasta li rovina perché tendono a “gonfiarsi”. Se proprio non riusciamo a farli all’ultimo momento, possiamo prepararli anche qualche ora prima, avendo l’accortezza però di mettere il vassoio con gli gnocchi in frigo fino al momento della cottura. L’acqua in cui tuffarli dovrà essere bollente e abbondante. Una volta messi dentro, basterà mettere il coperchio e aspettare qualche minuto perchè vengano tutti a galla. Solo allora saranno pronti e potremo scolarli e condirli con il sugo che più ci piace.

 

Share
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: