Chłodnik litewski – zuppa fredda alla lituana

Oggi vorrei presentarvi un tipico piatto estivo della cucina polacca e lituana: chłodnik, cioè zuppa fredda. E’ un sapore della mia infanzia, un  fantastico piatto rinfrescante per le giornate calde. E possiede anche un altro notevole vantaggio – un bell’aspetto!  Quante zuppe rosa avete già presentato alla vostra tavola?

La base è estratto cotto di cime di barbabietola mescolato con latte acido o panna acida (oggi spesso sostituita con kefir, yogurt o latticello), insieme ad altri ingredienti come il cetriolo crudo, ravanello, aneto, erba cipollina, uova sode.

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • 1 grande mazzo di cime di barbabietola insieme con delle barbabietole novelle
  • 1 l di kefir o yogurt naturale (nella versione vegan potete usare yogurt di soia)
  • 2 cetrioli freschi
  • 4-5 ravanelli
  • erba cipollina
  • aneto fresco
  • 2 uova sode (optional)
  • sale, pepe

PREPARAZIONE:

Affettate le barbabietole e cuocete in circa 2 bicchieri d’acqua o brodo vegetale fino a che diventeranno al dente. Aggiungete le cime sminuzzate e cuocete ancora 10 minuti. Lasciate  raffreddare. Dopodiché aggiungete kefir o yogurt e mescolate tutto insieme. Tagliate cetrioli e ravanelli a cubetti, sminuzzate erba cipollina ed aneto e immettete nella zuppa. (Nello stesso modo procedete anche con le uova sode se decidete di usarle.) Usate sale e pepe secondo i gusti e mettete la zuppa per almeno un’ora in frigo. Servitela fredda. Gnam!

Se non trovate le cime potete preparare chłodnik usando solo le radici di barbabietola.  Non sarà proprio la stessa cosa ma il risultato viene soddisfacente (provato). A proposito – mi stavo domandando – dove si possono comprare le cime di barbabietola in Italia? Qui in Polonia, da dove vi scrivo ora, si trovano senza alcun problema. Le foglie di barbabietola sono un alimento importante quanto la radice stessa (cioè la barbabietola rossa che acquistiamo normalmente). Infatti contengono una quantità maggiore di vitamina A e di fosforo della radice. Purtroppo in Italia ho sempre visto in commercio soprattutto le barbabietole già cotte al forno. Chi ne ha visto le foglie? Forse sono usate come foraggio per gli animali, in questo caso nutriti meglio di noi. Cercate di insistere e  fatevi fornire barbabietole crude con le loro cime!

Buon appetito!

Anna

Print Friendly, PDF & Email
Share
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: