Archive for the Category » Riso «

Chi ama Ki? Un post sentimentale.

Ieri sera ho preparato per cena risotto ai funghi porcini (per essere precisi ho usato il porcino bruno – il cugino di un “vero” porcino, detto anche boleto baio, nome scientifico: Boletus Badius). Una ricetta semplice, un bell’esempio di cucina casalinga (perché sembra che quel nome abbia una forte connotazione negativa?) mi ha fatto però riflettere molto. Perché? Perché i funghi sono stati raccolti dalla mia nonna in una splendida foresta della Polonia. Da bambina vi andavo giocare  migliaia di volte. Mia nonna ama raccogliere i funghi – è l’attività che la rende felice e rilassata. Poi porta i funghi a casa, li pulisce e secca, li mette in sacchetti di stoffa (cuciti da lei) e… ne spedisce sempre uno in Italia per noi, perché sa che qui (parlo della Lombardia) le foreste e i funghi sono difficili da trovare. Questi funghi contengono quindi la bellezza delle foreste polacche e tanto, tanto, tanto amore della nonna! Come potevo cucinare senza sorridere?

more »

Print Friendly, PDF & Email
Share

Invita un Supereroe a tavola!

Più che una carina decorazione su un panino, I SEMI DI SESAMO meritano ad essere considerati SUPER CIBO! Sono ricchi di potenti fitonutrienti che combattono le malattie. Questi semi versatili sono stati a lungo utilizzati da diverse culture di tutto il mondo, ma molte persone non sono consapevoli delle loro qualità salutari.

Una recente ricerca si è concentrata su sostanze che si trovano in abbondanza nei semi, le quali hanno dimostrato un grande potenziale nel ridurre i livelli di lipidi nel sangue e la pressione sanguigna, combattendo l’infiammazione e cancro, aumentando la capacità antiossidante del corpo, e migliorare la biodisponibilità di vitamina E. Una ricchezza di prove rivela la potenza contenuta all’interno di questi piccoli semi nell’aiutare a gestire alcuni dei problemi di salute prevalenti di oggi, e ci dà un sacco di motivi per aggiungerli alla nostra dieta quotidiana. (Le maggiori informazioni delle ricerche potete trovare sul sito della fondazione Life Extension www.lef.org)

I semi di sesamo possono essere aggiunti a quasi tutti i piatti tra cui insalate, frittate, zuppe e prodotti da forno. Esiste anche il burro di sesamo come sostituto del burro di arachidi; si possono mangiare semi di sesamo sotto forma di tahin o come aggiunta alla hummus. L’unico limite sarà dato solo dalla nostra fantasia!

Ed ecco un esempio del piatto semplice cui i semi di sesamo danno un tocco in più:

RISO INTEGRALE con CECI e SEMI DI SESAMO. Un piatto che trae l’ispirazione dall’Oriente, monocromatico, nella tinta del deserto. Ma se voleste arricchirlo con accenti più vivaci, con qualche punta di colore, potreste aggiungere erbe fresche come erba cipollina, prezzemolo, coriandolo, menta: stanno benissimo.

Ingredienti (4 persone):

400 g di ceci in scatola
200 g di riso integrale
semi di sesamo
salsa di soia
sale
olio di semi

Preparazione:

  • Bollite il riso in acqua leggermente salata, scolandolo al dente;
  • Riscaldate l’olio di semi nel wok o nella padella; fate saltare il riso per un paio di minuti.
  • Unite i ceci, aggiungete la salsa di soia (circa 3 cucchiai a seconda dei gusti) e semi di sesamo. (I semi di sesamo si possono tostare leggermente ma occorre fare attenzione perché se si prolunga troppo la tostatura tendono a diventare amarognoli.)
  • Fate saltare il tutto per circa 5 minuti;

Voilà!

Print Friendly, PDF & Email
Share

Risotto con topinambur

Ingredienti per 2 persone
2 spicchi aglio
prezzemolo
erba cipollina
6 topinambur
160 gr. riso integrale selvatico misto

Preparazione
Versare in una padella l’olio EVO e il trito di aglio e prezzemolo fresco. Tagliare i topinambur a fettine sottili e aggiungerli al sofritto. Regolare sale e pepe e aggiungere erba cipollina. I topinambur devono cuocere ma restare croccanti.
A parte lessare il riso integrale selvatico misto con 3 volte acqua rispetto alla quantità. Non salare.
Versare il riso nella padella coi topinambur. Aggiustare di sale e aggiungere un’altra spruzzatina di prezzemolo. Servire con un filo d’olio EVO crudo.

Print Friendly, PDF & Email
Share
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: