Archive for the Category » Ricette “rubate” in rete «

Scacce

fonte Cookaround

hd750x421

  • Dosi per 4 persone
  • Difficoltà bassa
  • Costo basso
  • Reperibilità Alimenti facile

Presentazione

Le scacce: non potete immaginare la soddisfazione nell’addentare un pezzo di questo rustico siciliano, le melanzane dentro, la pasta saporita… Ma sì che potete immaginare: provate!!!

more »

Print Friendly, PDF & Email
Share

Raffaello vegan

Ho trovato questa ricetta sul blog polacco pinkcake.blox.pl e mi è sembrata subito interessante. Dopo averla postato su fb ho scoperto che piace anche a voi! Ho promesso che avrei fatto la traduzione ed eccola in arrivo:

RAFAELLO VEGAN

Ingredienti:

  • 1 bicchiere di cocco grattugiato + un po’ per la ricopertura
  • 1/4 bicchiere di zucchero semolato (per la versione più sana potete usare la stevia)
  • 1/4 bicchiere di wafer schiacciati
  • 125 g di burro vegetale (ad esempio di cocco)
  • 1 tazza di latte di riso in polvere
  • mandorle (pelate e lasciate sotto l’acqua per una notte)

more »

Print Friendly, PDF & Email
Share

Love me tender, love me sweet – un panino di Elvis

Sarà probabilmente uno dei più famosi panini nella storia – quello del Re del rock’n’roll. Elvis Presley – l’icona delle icone, il mito di un’intera generazione, l’ispiratore di molti grandi della musica… ma anche – perché no? – della cucina.

Il suo snack preferito è molto semplice: i toast con burro di arachidi e banane. Basta tostare il pane (bianco o integrale), spalmare con burro di arachidi e aggiungere le banane. Il burro potete fare da soli ed è semplicissimo:

Ingredienti:

  • 2 tazze di arachidi tostate (non salate, sono perfette quelle da sbucciare)
  • 1 pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio di arachidi o mais (si può usare anche olio EVO delicato)
  • 1 pizzico do zucchero di canna (non è obbligatorio)

Preparazione:

Frullare tutti ingredienti fino a ottenere consistenza cremosa. Per questa ricetta è fondamentale un buon frullatore. Se la consistenza del burro è troppo dura aggiungere un pochino d’acqua tiepida (un cucchiaino alla volta), sino ad ottenere la consistenza desiderata. Versare nel vasetto e raffreddare. Conservare in frigo.

Tornando però al rock’n’roll: Il famoso spuntino è ormai conosciuto sotto molte versioni, tra cui: con miele, lattuga, succo di limone, zucchero di canna, pancetta. Si sa che Elvis lo mangiava  soprattutto prima dei concerti. Secondo la leggenda erano la fonte della sua l’infinita energia (la leggenda tace a proposito dei stupefacenti). Il modo di preparare i panini del Re scatena le discussioni. I panini venivano grigliati o fritti? Le banane dovevano essere tagliate oppure schiacciate? Le speculazioni su come esattamente sono stati fatti probabilmente non finiranno mai.

Fortunatamente gli ingredienti base non cambiano e sono semplici. Per il resto ognuno può scegliere il gusto che gli piace di più (però la pancetta no, vero?).

 

Print Friendly, PDF & Email
Share

Paté di lenticchie rosse

Probabilmente il vostro menu per la Pasqua è ormai pronto e forse anche nella maggior parte preparato. Ma se avete ancora voglia di uno stuzzichino insolito oppure volete provare un piatto interessante per la Pasquetta ecco a voi una ricetta gustosa e non complicata.

Lo dico subito e chiaramente: non è la mia ricetta originale. E’ una ricetta di Agnieszka Kręglicka –  critico enogastronomico e ristoratrice polacca. La versione originale potrete trovarla qui: http://tinyurl.com/nthsleu (foto: foodmag.pl)

Procediamo con due elementi separatamente.

1. Prima le lenticchie rosse.  250 g di semi vanno sciacquati sotto acqua fredda e coperti con 500 ml d’acqua. Cuocere sul fuoco lento mescolando in tanto di tanto finché le lenticchie non sono morbide fino a spezzarsi. Si può anche cuocere in brodo vegetale.

2. Aromi, preparare separatamente. Un importante vantaggio delle lenticchie rosse è che prendono facilmente i sapori di eventuali spezie, sono come una tela emulsionata, che chiede di applicare la vernice. I tre gusti testati che uso per le mie varianti sono:

a. Carota e cumino

Tritate carote e cipolle,  cuocetele nella padella con olio EVO aggiungendo cumino, sale, pepe e varie spezie orientali (chili, curry, zenzero, salsa di soia). Si può aggiungere anche aglio, prezzemolo, coriandolo.

b. Porri

Tagliare i porri  e cuocere in olio EVO (circa 150 ml) con sale, pepe e noce moscata.

c. Funghi

Cuocere i funghi nell’olio con sale, pepe e aglio fresco.

Vi invito a creare le vostre composizioni, e credo che le lenticchie possano affrontare ogni sfida! 🙂

I componenti del Paté sono: un bicchiere di purea di lenticchie rosse, poco di più di un bicchiere di verdure (a/b/c) cotte in olio EVO con spezie e tre o quattro uova sbattute. Non usare il mixer, basta semplicemente mescolare. Ungere la formina con olio  cosparso di pangrattato e mettere in forno riscaldato a 180 ° C. Dopo aver versato il composto, sbattere leggermente i bordi della formina in modo da far fuoriuscire l’aria. Cuocere in forno per circa 30 minuti ed attendere che si sia raffreddato bene prima di tagliare.

Buona Pasqua a tutti!!! 🙂

Print Friendly, PDF & Email
Share

Cena igienista pefetta!

Normalmente, essendo vegan-crudista (in una parola igienista), non cucino molto, ma nel periodo invernale mi concedo spesso zuppette calde o risotti o pasta di segale integrale con le verdure, ecc… Sempre e rigorosamente dopo aver spazzolato una ciotolona di insalata mista! Oggi vorrei condividere con voi la perfetta cena igienista :-) Poi le varianti sono moltissime, sia per gli ingredienti dell’insalata, sia per il primo piatto a seguire e sia per le altre verdure cotte o crude come chiusura del pasto. Basta solo avere fantasia ed essere amanti della semplicità in tavola ed il gioco è fatto ;-)

Fonte della ricetta Veganblog.it

Print Friendly, PDF & Email
Share

Vellutata al cavolo verde e cumino

Fonte della ricetta

Ingredienti (4 porzioni, si possono anche surgelare)
un cavolfiore di circa 500g (anche già cotto al vapore)
uno scalogno
un cucchiaio di olio EVO
500g di acqua
500g di latte di soya o simile
un cucchiaino di semi di cumino

Preparazione
Io ho eseguito la ricetta con un cavolfiore precedentemente cotto, l’ho diviso in cimette e fatto rosolare qualche minuto in una padella con dello scalogno tagliato a fettine sottili e un cucchiaio di olio. A parte tostate i semini di cumino e aggiungerli alla verdura. Trasferire il tutto in una pentola capiente e aggiungervi a freddo acqua e latte. Portare ad ebollizione e cuocere a fuoco lento per una decina di minuti.
Lontano dal fuoco frullare con un frullino ad immersione e, se desiderate, far restringere ancora un po’ la vellutata a fuoco lento.
Aggiustate di sale e pepe e servite.

Le vellutate si conservano in frigo per un paio di giorni (in un contenitore con chiusura) o una volta fredde potete surgelarle in porzioni.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Share

Crostoni verdi

Fonte della ricetta

Ingredienti
1 cavolfiore verde
1 tubo di maionese
olio extra vergine d’oliva
succo di 1 limone
sale e pepe q.b.
origano 1 cucchiaio
pane salato a fette

Preparazione
Pulite bene il Cavolfiore e dividetelo in cimette. Lessatelo in acqua per una decina di minuti, senza sale, oppure in microonde con l’apposito recipiente per la cottura a vapore o in una pirofila con poca acqua, per 5 minuti alla potenza massima.
Nel frattempo bruschettate il pane che se volete potete strofinare con dello scalogno (l’ aglio è troppo forte)
Scolate il cavolfiore eliminando bene l’acqua e riducetelo in purea schiacciando con una forchetta o aiutandovi con un mixer.
Salate, aggiungete olio, succo di limone e maionese e mescolate bene.
Spalmate la purea sui vostri crostoni, spolverate con pepe e origano e servite.

NB (io conto di usare al posto del pane della polenta a fetta passata in forno)

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Share

Sformatino di tofu, cavolfiore e piselli

Fonte della ricetta

Ingredienti
250 gr di tofu morbido
250 gr di cavolfiore cotto
100 gr di piselli cotti
un cucchiaio di gomasio alle alghe
pangrattato (io ho usato il gomasio)

Preparazione
Prendete il tofu e frullatelo con il cavolfiore già cotto al vapore. Aggiungete i piselli bolliti e un cucchiaio di gomasio alle alghe. Mescolate bene bene. Ungete con una pennellata di olio EVO degli stampini da torta monoporzione (o uno stampo grande) e ricoprite di pangrattato (io ho usato il gomasio).
Versate l’impasto nelle tortierine e cuocete a 200° per 15 minuti o finchè la superficie dello sformato vi sembrerà solida. Servite caldo.

Print Friendly, PDF & Email
Share

Ceci ferraresi (farinata di ceci)

Fonte della ricetta

Ingredienti
250g di farina di ceci
500ml di acqua
olio evo
sale
pepe

Preparazione
La sera prima unite in una terrina la farina e l’acqua, mescolate bene per evitare che si creino grumi, aggiustate con un po’ di sale e lasciate riposare tutta la notte in frigorifero, in questo modo la farina diventerà molto più digeribile. Al momento di preparare prendete una larga teglia e versatevi uno strato sottile ma uniforme di olio evo, ungete anche i bordi della teglia per evitare che i ceci si attacchino. Infornate a 200° finchè l’olio che è salito in superficie non avrà creato una corsticina dorata. Sfornate, tagliate a fette e condite con sale e pepe. Buon appetito!

Print Friendly, PDF & Email
Share

Caciucco di ceci al profumo di mare

Fonte della ricetta

Ingredienti
una confezione di ceci secchi
2 pomodori grossi maturi
una cipolla dorata
4 spicchi di aglio
2 bastoncini di alga kombu + un pezzettino
2 cucchiaiate di alghe arame
sale
pepe
prezzemolo
olio evo
pane

Preparazione
Lasciate i ceci in ammollo per una notte, poi scolateli e sciacquateli bene. Metteteli a cuocere in abbondante acqua con il pezzettino di alga kombu. Un po’ prima di finire di cuocerli salateli, prendete i 2 pomodori e sbollentateli nella stessa acqua  per qualche minuto (è più comodo che far bollire altra acqua!) e rimetteteli da parte.  Quando i ceci iniziano a disfarsi spegnete il fornello, scolateli, tenetene da parte 250g e ponete il resto in frigorifero o freezer per altre ricette. In un tegame di coccio capiente mettete l’aglio e la cipolla affettati a soffriggere con abbondante olio e un po’ di sale, nel frattempo togliete la buccia ai pomodori e tagliateli a cubetti, e aggiungeteli al soffritto. fate cuocere un paio di minuti per insaporire, poi aggiungete anche i ceci, e dopo un altro paio di minuti coprite con abbondante acqua. Aggiungete anche le alghe  arame e kombu tagliate a striscioline sottili, e portate a ebollizione. Fate bollire a lungo, finchè l’acqua si è ridotta ed è al livello dei ceci. Aggiustate di sale e impiattate servendo con una fetta di pane con una spruzzata di olio evo. Spolverate con pepe e prezzemolo tritato.

 

Print Friendly, PDF & Email
Share
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: